Non uccidete la Psicologia: sul caso del “processo” a Giancarlo Ricci

Ontologismi

18238084_590066917855015_4821027234014236107_o.png

Alessandro Benigni

*
*
*

Non esiste “una verità“, men che meno definitiva, che possa dirsi “Psicologica”, né “Psichiatrica”, né di “Scienze Psicologiche”, etc.

Contro chi oggi pretende di imporre una sola visione (debole e contraddittoria, oltretutto) sulle altre: basta un minimo di Storia della Psicologia e di Epistemologia per mostrare come la Psicologia vive e progredisce solo nella dialettica di posizioni e idee contrapposte e pretendere di zittire le voci diverse da quelle del pensiero dominante significa in realtà porre fine alla scienza stessa.

*
*
*

  1. Senza libertà, la scienza muore.


La Psicologia, come ogni scienza, si nutre della differenza e della dialettica.  Se è vero, come scrive Jules Verne, che “la scienza è fatta di errori utili, che a poco a poco ci portano alla verità” non dovrebbe stupirci che la strada degli scienziati, anche dei più grandi, sia lastricata di…

View original post 2.083 altre parole